Ma a me mi conoscono tutti…

Ma a me mi conoscono tutti… Marco Bellu https://www.marcobellu.it/author/marco/

Anche questa è una frase mitica. Prima o poi chi si occupa di web se la sente dire, non c’è scampo. A volte è anche vera, ma in tempi di crisi essere conosciuti da tutti forse non basta.

Giovanni Rana

Giovanni Rana, lui si che lo conoscono tutti.

Anche se non avessi scritto il nome tutti lo riconoscerebbero, perché diciamolo francamente, lui si che è davvero popolare nel senso migliore e più ampio del termine. Ma tu? Solo se sei Giovanni Rana puoi sfruttare la popolarità se no forse è meglio che inizi a ragionare su altri aspetti del tuo marketing.

Perché?

Perché mettere a confronto i fornitori e chiedere diversi preventivi è talmente semplice e veloce che credere di essere conosciuti da tutti non conta quasi nulla a meno che non ci si chiami Ferrari o Armani.

La cosa più incredibile è che questa presunta popolarità non ha poi riscontro su internet, cioè l’unico mezzo oggi utilizzato da chi cerca un fornitore. Vedo ogni giorno aziende, solitamente piccole e padronali, così convinte della loro popolarità da non avere nemmeno un sito degno di questo nome (e se ce l’hanno non sono reperibili sul web se non inserendo nella famosa buchetta di Google la loro ragione sociale).

Solo se sei Giovanni Rana puoi sfruttare la popolarità, altrimenti è meglio che inizi a ragionare su… Condividi il Tweet

Continuiamo a dire che c’è la crisi, e sicuramente è vero: ci sono meno soldi a disposizione e gli acquisti si fanno più radi ed oculati ed è proprio questo che ha modificato il percorso di acquisto dei clienti.

Ti faccio un esempio tratto da un caso reale:

Una piccola azienda che realizza infissi in alluminio in un paesino della Barbagia di due o tremila abitanti. Probabilmente è vero che in paese la conoscono tutti e se c’è necessità di una riparazione da poche decine di euro probabilmente si rivolgono a loro per fare prima, ma anche per cose più grosse visto che sono della zona.

Ultimamente però si accorgono che i lavori grossi iniziano a scarseggiare si sono accorti che qualche bel lavoro l’ha fatto gente arrivata da fuori (maledetti!!)

Come mai? Cosa è successo?

Te lo dico io:

Quando si tratta di un lavoro un po’ grosso, dove c’è da spendere qualche soldino in più, tipicamente qualche migliaio di euro, sorge nei clienti la curiosità di sapere se magari nel paesino accanto, sempre di due o tremila abitanti, c’è un artigiano che fa prezzi migliori (anche perché magari nel frattempo si è visto un annuncio su Facebook ed ha acquisito una certa popolarità).

In un battibaleno il potenziale cliente entra su google e inizia a vedere un po’ in giro, ma non si ferma al paesino accanto, e visto che il trasporto in tempi di crisi spesso te lo abbuonano, controlla tutta la provincia ed anche oltre. E infatti trova l’artigiano un po’ furbo che mette anche i prezzi sul sito, e che gli risponde al volo alla sua mail di richiesta di preventivo.

E il resto della storia lo puoi immaginare.

Te ne racconto una successa davanti ai miei occhi:

Un cliente entra mentre io sono in trattativa con l’artigiano e gli chiede se il profilo tal dei tali c’è sul suo sito così gli da una occhiata (e confronta i prezzi con quelli che ha già visto, ma questo non glielo dice).

L’artigiano però risponde che purtroppo il suo sito non è attivo al momento perché ha dimenticato di rinnovare il dominio.

Il cliente ovviamente è già informato, sa cosa vuole e ha già visto qualcosa però voleva dare ancora una possibilità all’artigiano del suo paese. Peccato che però questo artigiano non è preparato e non sa dare una risposta soddisfacente e quasi sicuramente ha perso il cliente.

Ovviamente non solo essere sul web è indispensabile per una azienda, occorre anche esserci in maniera appropriata ma questa è un’altra questione.

Nel frattempo però, inizia a considerare la tua presenza sul web e inizia a valutarne l’effettivo potenziale. Parliamone insieme, potresti scoprire che fai troppo poco o in maniera poco incisiva, se fosse così direi che è il caso di fare seriamente quattro chiacchiere…

 

Ho letto l'informativa sulla privacy e autorizzo il trattamento dei miei dati personali.

Potrebbero interessarti anche:

  • Il mio mondo, su misuraIl mio mondo, su misura Se sapere cosa si vuole forse è troppo, spesso è sufficiente sapere cosa si detesta. Io so che non amo i pasticci e le finte soluzioni. In realtà so bene anche cosa mi piace: sono […]
  • Meglio avere un sito aziendale o una fanpage?Meglio avere un sito aziendale o una fanpage? Sembra una domanda la cui risposta è ovvia, eppure ci sono molte aziende medio piccole che si affacciano sul web esclusivamente con la presenza su facebook. Spesso è una fanpage collegata […]
  • HTTPS: Verso un Web più Sicuro. E tu sei pronto?HTTPS: Verso un Web più Sicuro. E tu sei pronto? Se il tuo sito non usa il protocollo https d'ora in poi sarà penalizzato, ecco come e perché: Qualcuno avrà riconosciuto il titolo di questo post, perché è il titolo dell'articolo […]
Condividi:

Contattami